Alimentazione in gravidanza e allattamento

Dott. Giovanni Zerlotin - Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Trento - Centro Servizi Sanitari Via Lunelli, 32 - tel. 0461 828485
Testo pubblicato grazie alla collaborazione della Dott.ssa Serena Pastorello, Nutrizionista.
Trento, Via Mantovana n. 4 – Levico Terme (Trento), via Dante n. 25 – telefono 328 4386356

Una futura mamma che desidera mettere al mondo un figlio, può dare un contributo determinante prima e durante la gravidanza affinché una nuova vita abbia un inizio ottimale. Per fare ciò basta nutrirsi in modo vario ed equilibrato.
L’alimentazione in questo periodo particolare non dovrebbe discostarsi molto dal punto di vista qualitativo da quello di un soggetto adulto che si alimenti in modo vario, ma dovrà essere aumentata in termini energetici, quali-quantitativi oltre che di sali minerali e vitamine, poiché in questo periodo la donna è impegnata nella sintesi e deposizioni di nuovi tessuti con un incremento del metabolismo.

Un corretto apporto di carboidrati, proteine, grassi, vitamine e sali minerali garantisce una gravidanza ottimale, non solo per la corretta crescita del nascituro ed il mantenimento del peso della madre, ma anche per prevenire malattie ed alterazioni morfologiche del feto.

Veniamo dunque ad alcuni consigli per la gravidanza:
– non digiunare o saltare i pasti nell’arco della giornata, bensì fare pasti piccoli e frequenti ( 4-5 al giorno),
– è buona regola idratarsi giornalmente assumendo in maniera graduale e costante 1,5 L d’acqua, ( preferibilmente naturale),
– eliminare bevande alcoliche e superalcoliche
– non abusare nel consumo di bevande contenenti caffeina (caffè, tè..)
– assicurarsi ad ogni pasto una pozione di verdura (cruda e/o cotta) e di frutta rispettando la stagionalità,
– inserire nella propria alimentazione fonti proteiche derivanti da: latte e derivati ( apportano calcio, vitamina D e proteine), carne ben cotta (dando preferenza a carni bianche alternate a carni rosse), pesce (apporta omega 3 e acidi grassi polinsaturi importante per lo sviluppo cerebrale e nel modulare la risposta infiammatoria), uova e formaggi; senza tralasciare le proteine vegetali derivanti da legumi quali ceci, lenticchie, fagioli, piselli….
– preferire carboidrati complessi quali pane, pasta, riso, patate (dando preferenza ai prodotti integrali), limitando gli zuccheri semplici derivanti da zucchero bianco, miele, marmellata dolci, caramelle, gomme da masticare….

Ricorda che il mantenimento dello stato di salute e del peso oltre ad essere assicurato da una corretta alimentazione è dato anche da una regolare e moderata attività fisica.
Dopo la nascita, l’allattamento al seno è la migliore alimentazione e in assoluto la più naturale; assicura infatti la corretta crescita del neonato, lo sviluppo cerebrale ed intestinale, oltre che del sistema immunitario grazie agli anticorpi forniti dal colostro ( latte nei primi giorni di vita).
Durante l’allattamento, l’apporto calorico con l’alimentazione deve essere aumentato lievemente oltre che fornire un corretto integro di liquidi, di calcio, (acqua, latte e derivati), acido folico ( verdura a foglia verde…).

Alimentazione in gravidanza e allattamento

RICERCA

© Dott. Giovanni Zerlotin | Ginecologo Trento - Powered by Medical Web | monofase
Translate »