Terapia per la Menopausa

Dott. Giovanni Zerlotin - Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Trento - Centro Servizi Sanitari Via Lunelli, 32 - tel. 0461 828485
Consulta anche il
DOCUMENTO SULLA TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA
condiviso dalle associazioni scientifiche AOGOI, AGUI, SIGO, SIGITE SIM, GOERM

La TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA ha lo scopo di sostituire gli ormoni
(ESTROGENI – PROGESTERONE) che in menopausa non sono più prodotti dalle ovaie, con l’ obiettivo di correggere quei problemi causati dalla carenza ormonale.

Avvio della terapia: 
la terapia dovrebbe essere iniziata al declino della funzione ovarica;
molti effetti della carenza estrogenica sono più rapidi nei primi anni di postmenopausa.

Durata della terapia: 
L’ obiettivo della terapia è la prevenzione di patologie che intervengono nell’ età postmenopausale.
Si ritiene che una durata utile di terapia sia di alcuni anni, ma non oltre i 5 anni.

Schemi di terapia: 
Sequenziale (Estrogeno + Progesterone)
– ciclica (cioè con assunzione a cicli mensili, con eventuale comparsa di flusso similmestruale),
– continua (cioè assunzione continuativa del farmaco, quindi senza comparsa di flusso similmestruale).
Solo Estrogeno (nelle donne senza utero per pregressa isterectomia).

Vie di somministrazione: 

  • Via transdermica (cerotto – gel)),
  • Via orale,
  • Via vaginale.

Controindicazioni assolute:

  • Severe malattie epatiche in atto,
  • Trombosi o embolia in atto,
  • Adenocarcinoma dell’ endometrio,
  • Carcinoma endometrioide dell’ ovaio,
  • Carcinoma della mammella.

Controindicazioni relative: 

  • Calcolosi della colecisti:in questo caso è indicata la via transdermica,
  • Ipertrigliceridemia: indicata la via transdermica,
  • Fibromi uterini: in presenza di fibromi è da consigliare una terapia con Estrogeni a basse dosi

Controlli Medici: 

  • Controllo ginecologico e internistico,
  • Esami di laboratorio,
  • Esame del seno e Mammografia,
  • Ecografia pelvica (per valutazione della morfologia utero-ovarica ed in particolare dello spessore endometriale),
  • Densitometria ossea (M.O.C. o Mineralometria Ossea Computerizzata) per valutare il grado di mineralizzazione ossea e quindi diagnosticare precocemente un’ eventuale osteoporosi.

Va ricordato che nella donna in menopausa questi controlli sono comunque consigliati, indipendentemente dalla terapia.

Benefici: 
La Terapia Ormonale Sostitutiva comporta i seguenti benefici:

  • riduce nettamente i disturbi climaterici,
  • migliora il trofismo e l’ elasticità della pelle,
  • riduce il rischio cardiovascolare (cardiopatia ischemica),
  • previene l’ osteoporosi, riducendo il rischio di fratture,
  • migliora il trofismo dell’ apparato genito-urinario.

Terapia per la Menopausa

RICERCA

© Dott. Giovanni Zerlotin | Ginecologo Trento - Powered by Medical Web | monofase
Translate »