Problemi e Sintomi

Dott. Giovanni Zerlotin - Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Trento - Centro Servizi Sanitari Via Lunelli, 32 - tel. 0461 828485

Alcune donne non hanno alcun sintomo durante il periodo menopausale o hanno sintomi lievi. Altre donne invece manifestano sintomi anche molto intensi.
I sintomi menopausali sono dovuti essenzialmente al progressivo calo di produzione ormonale da parte delle ovaie.
Anche le differenze nello stile di vita, dieta, attività fisica e lavorativa possono avere un ruolo nel modo di presentarsi dei vari sintomi.
I sintomi possono comparire già diversi mesi prima dell’ultima mestruazione e possono persistere per alcuni anni dopo.

Irregolarità mestruali

Una donna può avere cicli irregolari per parecchi mesi o anni prima della cessazione definitva delle mestruazioni. Ciò è in relazione al progressivo venir meno della efficienza delle ovaie nella produzione ormonale.
Un abbondante e prolungato sanguinamento nel corso della perimenopausa dovrebbe essere sempre valutato da un medico.
Qualsiasi sanguinamento vaginale che si sviluppa dopo un anno di assenza di cicli deve essere oggetto di valutazione medica, in quanto potrebbe non avere un significato mestruale, ma essere sintomo di qualche altra patologia.

Le vampate di calore

Vengono descritte come sensazioni di calore, solitamente improvvise, della durata da pochi secondi a qualche minuto. Si accompagnano solitamente a fastidioso arrossamento soprattutto del viso e del collo, e si accompagnano spesso a profusa sudorazione.
Tali sintomi sono causati da cambiamenti nel modo in cui i vasi sanguigni si rilassano e si contraggono, e sono correlate alla diminuzione di produzione ormonale da parte delle ovaie.

Disturbi del sonno e sintomi psicogeni

Spesso il sonno notturno è disturbato da fastidiose vampate di calore.
Una prolungata peridta della regolarità del sonno può portare a cambiamenti del tono dell’umore e quindi anche ad una più facile irritabilità.
Peraltro anche problemi ti tipo psicologico possono portare ad alterazioni dell’ equilibrio psico-emotivo, con ansia, irritabilità, insonnia.

Problemi cardiovascolari

Prima della menopausa, le donne hanno una incidenza più bassa di infarto e ictus rispetto agli uomini. Dopo la menopausa, tuttavia, il rischio di malattie cardiache nelle donne continua a crescere e diventa pari a quello degli uomini dopo i 65 anni.

Problemi osteo-articolari

In menopausa, a causa della mancata produzione di ormoni, si può verificare un aumento della fragilità delle ossa con conseguente maggior rischio di frattura. Tale condizione va sotto il nome di Osteoporosi.

Sintomi genitali e urinari

A causa della cessata produzione ormonale da parte delle ovaie, in menopausa la superficie della vagina diventa atrofica, cioè diventa gradualmente più sottile e meno elastica. Questi cambiamenti possono causare disturbi in occasione dell’attività sessuale, con conseguenti rapporti sessuali dolorosi.
L’assenza di ormoni può talora comportare una condizione di infiammazione nella vagina conosciuta come vaginite atrofica. In tali condizioni la donna può avere più probabilità di sviluppare infezioni vaginali.
Analoga condizione di atrofia può verificarsi a livello delle vie urinarie, con conseguenti disturbi della minzione (disuria, pollachiuria) e talora incontinenza urinaria.

Manifestazioni cutanee

In postmenopausa la mancata produzione ormonale favorisce anche l’assottigliamento della cute e un certo grado di minore elasticità della pelle.

Problemi e Sintomi

RICERCA

© Dott. Giovanni Zerlotin | Ginecologo Trento - Powered by Medical Web | monofase
Translate »